14° FESTIVAL ORGANISTICO INTERNAZIONALE CITTÀ DI TRENTOdal 02/09/2010 - al 08/10/2010

organizzatore Associazione organistica Trentina
e-Mail  info@associazionerenatolunelli.org
note L’associazione Organistica Trentina "Renato Lunelli" è lieta di presentare l’edizione 2010 del Festival Organistico Internazionale "Città di Trento", che, giungendo alla quattordicesima edizione, dimostra una personale capacità di tradizione sul territorio e nel capoluogo del Trentino. La sensibilità attorno agli organi si è fatta via via sempre più marcata: basti pensare che solo in quest’ultimo anno sono stati edificati due prestigiosi strumenti meccanici (uno di Carli alla chiesa del Suffragio, l’altro di Zeni a Martignano) che arricchiscono in maniera considerevole e significativa il patrimonio organario della città e del Comune di Trento. Anche l’attività della nostra Associazione si è intensificata e il Festival stesso, che è la punta di diamante e il fiore all’occhiello del sodalizio che da quest’anno ho l’onore di presiedere, quest’anno vive di ben sei appuntamenti. Sono significative le reti di collaborazione che segnano legami costruttivi: penso a quelli con le parrocchie o con altre Associazioni tra le quali quest’anno spicca la neo-nata Associazione Itinerari Organistici Tridentini. Quanto ai concertisti emerge una significativa “quota rosa” e una valorizzazione dei giovani organisti che si fanno notare in campo internazionale. Anche l’introduzione di un concerto che vede la presenza dell’oboe accanto all’organo costituisce una novità che cerca di allargare l’interesse e attirare la curiosità degli appassionati e dei nostri soci. Da ultimo l’inaugurazione del grande strumento Mascioni custodito nella Chiesa del SS. Sacramento: il maestoso prospetto di 16 piedi completa in maniera decorosa i lavori di restauro che hanno interessato l'intero edificio. Anche questo strumento ora potrà essere valorizzato non solo nella liturgia (che è il suo principale compito) ma anche in sede concertistica per le sue peculiarità fonico-espressive. Se il Festival e l’attività associativa incontrareranno sempre più l’interesse del pubblico e – auspicabilmente – continueranno ad essere sostenuti anche dalla pubblica amministrazione, allora l’Associazione riuscirà ad interpretare bene il ruolo che per vocazione e statuto ha assunto quasi trent’anni or sono. Buon ascolto. Paolo Delama presidente


Organo di Andrea Macinanti

concerto: Organo di Andrea Macinanti
data/ora data: 22/09/2010 / ora: 21:00:00
citt�
via
luogo
Trento
Sala della Filarmonica
gruppo: Andrea Macinanti
Tipo di Musica: Marco Enrico Bossi Preludio festivo [1898] (1861 - 1925) Scherzo in Fa op. 49 n. 1 [1884] [Tre pezzi] op. 74 [1891]: n. 1 Preghiera n. 2 Siciliana n. 3 Offertorio Giga op. 73 n. 2 [Tre pezzi] op. 97 [1894]: n. 1 Andante con moto n. 2 Aspiration n. 3 Grand Choeur Seconda Sonata op. 71 [1890] Allegro giusto - Poco Andante, quasi Adagio - Grave - Allegro
suonatori: Andrea Macinanti
note: Andrea Macinanti è nato a Bologna nel 1958, si è diplomato in Organo, Clavicembalo e Canto ai Conservatori di Bologna e di Parma perfezionandosi poi con Klemens Schnorr a Monaco di Baviera. Si è laureato cum laude alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna. È docente di Organo al Conservatorio «G.B. Martini» di Bologna. Tra le sue numerose registrazioni, si segnalano le opere complete per organo di Ottorino Respighi e di Goffredo Giarda per Tactus, casa discografica con la quale è ora impegnato nella registrazione dell’opera omnia organistica di Marco Enrico Bossi. Assieme a F. Tasini, ha curato numerose revisioni critiche, tra le quali i Fiori Musicali di G. Frescobaldi, l’opera integrale per tastiera di A. Scarlatti e di G.B. Martini (UT ORPHEUS), un’antologia in nove volumi di musica italiana per organo, l’Opera Omnia Organistica di M.E. Bossi (con L. Salvadori, W. Van de Pol, F. Tasini) e uno studio sull’analisi e l’interpretazione dei Trois Chorals di C. Franck (CARRARA); dal 1994 è co-direttore editoriale della rivista «Arte Organaria e Organistica». È membro dell’Accademia Filarmonica di Bologna e dal 1988 direttore artistico della rassegna concertistica internazionale «Organi antichi, un patrimonio da ascoltare». Nel marzo del 2005 ha suonato alla Musashino Hall di Tokyo, nell’ottobre 2006 nella Grace Cathedral di San Francisco e nel maggio 2008 ha tenuto una tournée di concerti in Russia. Nel 2009 ha tenuto lezioni sulla musica italiana alla Facoltà di Musicologia di Ginevra. Nel 2005 è stato insignito del titolo di Cavaliere dell’Ordine «Al Merito della Repubblica Italiana». (www.andreamacinanti.com)