14° FESTIVAL ORGANISTICO INTERNAZIONALE CITTÀ DI TRENTOdal 02/09/2010 - al 08/10/2010

organizzatore Associazione organistica Trentina
e-Mail  info@associazionerenatolunelli.org
note L’associazione Organistica Trentina "Renato Lunelli" è lieta di presentare l’edizione 2010 del Festival Organistico Internazionale "Città di Trento", che, giungendo alla quattordicesima edizione, dimostra una personale capacità di tradizione sul territorio e nel capoluogo del Trentino. La sensibilità attorno agli organi si è fatta via via sempre più marcata: basti pensare che solo in quest’ultimo anno sono stati edificati due prestigiosi strumenti meccanici (uno di Carli alla chiesa del Suffragio, l’altro di Zeni a Martignano) che arricchiscono in maniera considerevole e significativa il patrimonio organario della città e del Comune di Trento. Anche l’attività della nostra Associazione si è intensificata e il Festival stesso, che è la punta di diamante e il fiore all’occhiello del sodalizio che da quest’anno ho l’onore di presiedere, quest’anno vive di ben sei appuntamenti. Sono significative le reti di collaborazione che segnano legami costruttivi: penso a quelli con le parrocchie o con altre Associazioni tra le quali quest’anno spicca la neo-nata Associazione Itinerari Organistici Tridentini. Quanto ai concertisti emerge una significativa “quota rosa” e una valorizzazione dei giovani organisti che si fanno notare in campo internazionale. Anche l’introduzione di un concerto che vede la presenza dell’oboe accanto all’organo costituisce una novità che cerca di allargare l’interesse e attirare la curiosità degli appassionati e dei nostri soci. Da ultimo l’inaugurazione del grande strumento Mascioni custodito nella Chiesa del SS. Sacramento: il maestoso prospetto di 16 piedi completa in maniera decorosa i lavori di restauro che hanno interessato l'intero edificio. Anche questo strumento ora potrà essere valorizzato non solo nella liturgia (che è il suo principale compito) ma anche in sede concertistica per le sue peculiarità fonico-espressive. Se il Festival e l’attività associativa incontrareranno sempre più l’interesse del pubblico e – auspicabilmente – continueranno ad essere sostenuti anche dalla pubblica amministrazione, allora l’Associazione riuscirà ad interpretare bene il ruolo che per vocazione e statuto ha assunto quasi trent’anni or sono. Buon ascolto. Paolo Delama presidente


Organo e Oboe

concerto: Organo e Oboe
data/ora data: 02/10/2010 / ora: 21:00:00
citt�
via
luogo
Trento
Martignano - Chiesa parrocchiale
gruppo: Roberto Antonello e Michele Antonello
Tipo di Musica: Dietrich Buxtehude Praeludium BuxWV 138 (1637 - 1707) Georg Friedrich Händel Sonata in Si bemolle maggiore (1685 - 1759) HWV 357 per oboe e continuo Allegro - Grave - allegro Georg Böhm Aus tiefer Not schrei ich zu dir (1661 - 1733) 2 versi Francesco Geminiani Sonata III in mi minore (1687 - 1762) per oboe e continuo Adagio - Allegro - Largo - Vivace Felix Mendelssohn Choral mit 3 Variationen (1809 - 1847) “Wie groß ist des Allmächt’gen Güte” (1823) Johann Sebastian Bach Schmücke dich, o liebe Seele (1685 - 1750) BWV 654 Felix Mendelssohn Allegro moderato maestoso (1845) (1809 - 1847) Tema con variazioni (1844) Georg Friedrich Händel Sonata in Fa maggiore (1685 - 1759) HWV 363a per oboe e continuo Adagio - Allegro -Adagio - Bourrée angloise - Minuetto
strumenti: Organo e Oboe
note: Michele Antonello si è diplomato al Conservatorio di Castelfranco Veneto (Tv) in Oboe nel 1989 con P. Brunello ed in Didattica della Musica nel 1996 con il massimo dei voti. Si è perfezionato con i maestri I. Goritzki, D. Dini Ciacci, H. Elhorst ed altri. Ha studiato l’Oboe Barocco con P. Grazzi, M. Cera ed A. Bernardini diplomandosi nel 2006 presso il Conservatorio di Vicenza. Dal 2006 è primo oboe dell’Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza. Suona inoltre con l’Orchestra di Padova e del Veneto, l’Orchestra “Da Ponte”, l’Accademia di San Giorgio di Venezia, il Gruppo Strumentale Veneto “G.F. Malipiero”, il complesso svedese “Musica Festiva”, Cordia, Il complesso barocco, Accademia de li Musici, Accademia di musica antica di Bologna, … È stato invitato come solista in stagioni concertistiche in Italia ed all’estero (Austria, Francia, Svezia, Brasile, Paraguay) presentando brani di repertorio, prime esecuzioni di pezzi a lui dedicati (Urbs beata Jerusalem per oboe ed organo e In modo greco per oboe ed arpa di A. Mitterhofer, Concerto per oboe ed archi di Kurt Cacioppo) o musica da lui stesso rivista, trascritta e riproposta per la prima volta in tempi moderni (Souvenir di Bellini di G. Paggi). Il suo repertorio copre tutta la storia dello strumento ed è eseguito di preferenza con lo strumento più adeguato (barocco, classico, moderno). Come membro fondatore del Domenico Zipoli Ensemble, si è inoltre prodigato nella riscoperta e divulgazione della cultura delle missioni gesuitiche sudamericane del XVIII secolo, con ricerche sulla vita e le opere di Domenico Zipoli e concerti in tutto il mondo. È laureando in Discipline della Musica presso l’Università di Bologna. Ha insegnato Musica d’insieme per Fiati presso i conservatori di Adria (Ro) e Vibo Valentia. Roberto Antonello si è diplomato in Organo e Composizione Organistica (con lode), in Musica Corale e Direzione di Coro, laureato in Discipline della Musica all’Università di Bologna col massimo dei voti, nel 1993 sotto la guida di D. Roth ha conseguito un Premier Prix d’Excellence presso il CNM di Issyles- Moulineaux (Parigi). Ha frequentato corsi con K. Schnorr, M. Radulescu, H. Vogel, H. Davidsson, M. Chapuis, J. Boyer. Ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti in concorsi nazionali e internazionali dal 1987 al 2000, tra i quali il 2° premio di Interpretazione al XVII Grand Prix de Chartres 2000 (unico italiano finalista nei 39 anni di storia del concorso). Ha suonato ed è regolarmente invitato nei maggiori festival organistici in Italia, EU, Svizzera, Croazia, Uruguay, Paraguay, Brasile, Canada. Ha registrato in cd brani del romanticismo tedesco, l’integrale per organo di Franck (prima registrazione integrale in Italia, in 3CD, FAGOTT Orgelverlag) e di G. Viozzi (Ed. Pizzicato, prima mondiale per registrazione e pubblicazione), brani di G. Morandi in prima registrazione e musica contemporanea Attivo come compositore e come musicologo, ha curato le edizioni dei Vespri di S. Ignacio e di Misa a San Ignacio (Ed. Pizzicato) di D. Zipoli e Principia seu Elementa ad bene Pulsandum Organum et Cimbalum (Ed. Missions Prokur - Armelin), provenienti dalle Riduzioni Gesuitiche in Sud America del XVIII secolo. Ha tenuto corsi e seminari su molti aspetti della letteratura organistica e dell’interpretazione presso Conservatori e accademie italiane. È stato invitato come docente e lecturer alla Edinburgh Organ Academy (Ian Tomlin School of Music - Napier University) e alla Göteborg International Organ Academy (School of Music - Göteborg University). Più volte membro di giuria in concorsi organistici e per organici misti, dal 1994, a seguito di concorso nazionale a cattedre, è docente titolare di Organo e Composizione Organistica: insegna al Conservatorio “Pedrollo” di Vicenza. www.robertoantonello.com