14° FESTIVAL ORGANISTICO INTERNAZIONALE CITTÀ DI TRENTOdal 02/09/2010 - al 08/10/2010

organizzatore Associazione organistica Trentina
e-Mail  info@associazionerenatolunelli.org
note L’associazione Organistica Trentina "Renato Lunelli" è lieta di presentare l’edizione 2010 del Festival Organistico Internazionale "Città di Trento", che, giungendo alla quattordicesima edizione, dimostra una personale capacità di tradizione sul territorio e nel capoluogo del Trentino. La sensibilità attorno agli organi si è fatta via via sempre più marcata: basti pensare che solo in quest’ultimo anno sono stati edificati due prestigiosi strumenti meccanici (uno di Carli alla chiesa del Suffragio, l’altro di Zeni a Martignano) che arricchiscono in maniera considerevole e significativa il patrimonio organario della città e del Comune di Trento. Anche l’attività della nostra Associazione si è intensificata e il Festival stesso, che è la punta di diamante e il fiore all’occhiello del sodalizio che da quest’anno ho l’onore di presiedere, quest’anno vive di ben sei appuntamenti. Sono significative le reti di collaborazione che segnano legami costruttivi: penso a quelli con le parrocchie o con altre Associazioni tra le quali quest’anno spicca la neo-nata Associazione Itinerari Organistici Tridentini. Quanto ai concertisti emerge una significativa “quota rosa” e una valorizzazione dei giovani organisti che si fanno notare in campo internazionale. Anche l’introduzione di un concerto che vede la presenza dell’oboe accanto all’organo costituisce una novità che cerca di allargare l’interesse e attirare la curiosità degli appassionati e dei nostri soci. Da ultimo l’inaugurazione del grande strumento Mascioni custodito nella Chiesa del SS. Sacramento: il maestoso prospetto di 16 piedi completa in maniera decorosa i lavori di restauro che hanno interessato l'intero edificio. Anche questo strumento ora potrà essere valorizzato non solo nella liturgia (che è il suo principale compito) ma anche in sede concertistica per le sue peculiarità fonico-espressive. Se il Festival e l’attività associativa incontrareranno sempre più l’interesse del pubblico e – auspicabilmente – continueranno ad essere sostenuti anche dalla pubblica amministrazione, allora l’Associazione riuscirà ad interpretare bene il ruolo che per vocazione e statuto ha assunto quasi trent’anni or sono. Buon ascolto. Paolo Delama presidente


Mirko Ballico LA MUSICA TEDESCA PER ORGANO

concerto: Mirko Ballico LA MUSICA TEDESCA PER ORGANO
data/ora data: 08/10/2010 / ora: 21:00:00
citt�
via
luogo
Trento
Santuario Madonna delle Laste
gruppo: Mirko Ballico
Tipo di Musica: LA MUSICA TEDESCA PER ORGANO, DAGLI ALBORI AL GENIO DI J.S. BACH Anonimo Descendi in ortum nucum in fa (XV sec.) Paul Hofhaimer Tanndernack in la (1459 – 1537) Jan Pieterszoon Sweelinck Toccata in sol (1562 – 1621) Heinrich Scheidemann Lobet den Herren, denn er ist sehr (1595 – 1663) freundlich Dietrich Buxtehude Praeludium in sol minore (1637 – 1707) BuxWV 163 Johann Pachelbel Was Gott tut, das ist wohlgetan (1653 – 1706) Georg Böhm Vater unser im Himmelreich (1661 – 1733) Johann Sebastian Bach Dies sind die Heilgen zehn Gebot (1685 – 1750) BWV 678 Concerto da Vivaldi in sol maggiore BWV 973 Allegro - adagio - allegro
suonatori: Mirko Ballico
strumenti: Organo
note: Mirco Ballico (www.mirkoballico.it) è uno degli organisti più decorati in competizioni di esecuzione/interpretazione della sua generazione. Ha vinto il premio “Paul Hofhaimer” di Innsbruck nel 2007, premio consegnato solo 5 volte nella storia del concorso. E’ stato inoltre vincitore ai concorsi di Viterbo 2000, Angullara Veneta 2000 (secondo premio), 2001 (primo premio), Caldaro 2001 (terzo premio), Fuessen (Germania) 2002 (secondo premio), Borca di Cadore 2003 (terzo premio), Innsbruck (Austria) 2004 (secondo premio ex-aequo, primo non assegnato) e Carunchio 2008 (Primo Premio). Dopo la maturita tecnico-commerciale, si è diplomato in organo con il massimo dei voti al Conservatorio di Vicenza con L. Signorini studiando canto gregoriano con P. Comparin e al contempo composizione principale con E. Pisa. Ha poi consegue la laurea in Konzertfach-Orgel ad indirizzo pedagogico con lode alla “Bruckner Universität” di Linz sotto la guida di Brett Leighton, con una tesi sulla costruzione di piccoli organi a canne. Durante gli studi ha frequentato varie accademie con M. Radulescu, L. Rogg, W. Zerer, C. Rieger. Raffinato e poliedrico compositore, scrive per coro, orchestra, organo ed ensemble, pubblicando i suoi lavori presso Armelin Musica di Padova. Esperto e studioso da sempre dell’arte organaria, costruisce personalmente organi positivi da sala (compresi gli strumenti da concerto personali). Particolarmente interessato alla prassi esecutiva, si dedica allo studio approfondito della musica rinascimentale e barocca basandosi sui trattati e metodi storici, proponendo l’esecuzione filologica delle musiche di quel periodo. Sempre per Amelin Musica ha pubblicato nel 2010 il libro “Ricerchada”, manuale di interpretazione su base filologica delle musiche dal 1400 al primo 1600, proponendo l’analisi di tutti i maggiori trattati dell’epoca. Già docente presso diverse scuole di musica, è stato sovente invitato per la sua preparazione a tenere seminari di musica rinascimentale e arte organaria. Concertista in piena attività, come solista e direttore di coro ha partecipato ai più importanti festival in tutta Italia, nonchè in Spagna, Svizzera, Austria, Francia e Germania. Collabora con diversi gruppi strumentali e vocali, occupandosi anche dell’inedito repertorio a 2 organi proposto in formazione con il M° Tomadin. Ha inciso una decina di cd con varie etichette (la Bottega Discantica; Rainbow Classics) tra cui “duello italiano a due organi” (2 volumi) e “musica d’organo al tempo di Andrea Palladio” (organo “Colombi” di Valvasone): è stato scelto tra i migliori giovani organisti italiani per l’incisione di un cd di prossima pubblicazione per la ricorrenza dei 180 anni di fondazione della prestigiosa ditta organaria “Mascioni”. Direttore di coro dall’età di 18 anni, ha collaborato con diversi gruppi corali (polifonia mista e coralità maschile) sia in veste di accompagnatore che come maestro concertatore, ottenendo sempre caldi consensi. Negli ultimi anni ha approfondito la tecnica di direzione d’orchestra perfezionandosi con il M° Carlo Rebeschini (Teatro “La Fenice” di Venezia). Nel 2007 ha collaborato con l’Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza e i Polifonici Vicentini all’esecuzione in prima assoluta della sua opera “Kyrie e Gloria da concerto”.